PICCOLE NOTIZIE e CONSIDERAZIONI

 

Nel corso di questi ultimi anni si sono  visionati parecchi soggetti, di razza e non. Visionati per stabilire con ogni proprietario il percorso da intraprendere con il loro cane. Percorso di educazione oppure di rieducazione mirato. Non si è mai chiesto un compenso per visionare un soggetto, come non si è mai obbligato nessuno alla frequenza del Centro "Nara & Agor" ma cosa assai piu' importante: non si è mai denigrato un Centro oppure un qualsiasi altro educatore!!, mi pare, questa, una grossa correttezza. Si!, correttezza perchè gli educatori di Nara & Agor mai si son permessi di contestare questo oppure quel metodo, quel determinato centro oppure altri educatori. Poi ovviamente ognuno la pensa come vuole e questa è correttezza. Il Centro è solo un piccolo campo di soli 12000 (dodicimilametriquadrati di terreno) suddiviso in 3 parti: Campo Centrale: socializzazione, obedience ecc.., 2 campi per gare Ufficiali Agility Dog. E' pure dotato di un punto ristoro, servizi, parcheggio, area ombreggiata ecc.. Spesso L'educatore deve richiamare all'ordine persone che passeggiando, si avvicinano alla rete di recinzione del campo centrale con un  cane ( L'ultimo  se ben ricordo era un Pastore Australiano)  chiese al proprietario se gentilmente si poteva allontanare. Voi direte perchè? perchè i cani che frequentano il centro sono tutti e ripeto tutti liberi e socializzati, liberi di correre e giocare prima di  iniziare la lezione del giorno, e vedendo un loro simile all'esterno corrono tutti: maschi, femmine, cuccioloni ecc.. innescando una diatriba tipo:<sono arrivato prima io, no! c'ero io! e cosi' via>,  se l'altro permane all'esterno puo' scatenarsi una rissa e questa deve essere prevenuta. Certo che ogni soggetto preso da solo è un gioiello, visto durante una passeggiata è un automa, presi tutti in obbedienza di gruppo sono stupendi ecc.., ma come i ragazzini visti tutti in gruppo liberi dal vincolo del guinzaglio  come sono? Se quel Pastore Australiano di quel giorno fosse stato all'interno? come sarebbe stato?. Fuori con il Proprietario niente da dire! un gioiello, peccato che al proprietario non è stato insegnato che non ci si sofferma: davanti a recinzioni di ville, officine, centri, allevamenti ecc.. dove corrono altri cani liberi . Se un di' il cancello della villetta oppure dell'officina fossero aperti? che potrà accadere? Non si puo' certo dire:< il mio cane è educato!, gli altri no!>.