Soggetti visionati oppure da visionare

 

Molte persone, proprietari e compagni di soggetti a 4 zampe si chiedono cosa si voglia dire Visionare si intende: vedere, verificare come il soggetto si relaziona con i suoi simili, con le persone a lui estranee, con il nuovo luogo e in primis che relazione si è creata tra lui e il proprietario.

La relazione creata con il proprietario è fondamentale, ci porta, ancor meglio, porta gli educatori a capire come risolvere i problemi. Spesso i proprietari non sanno giocare con il loro cane ma il gioco è alla base di un buon rapporto. Direte: ma si deve anche imparare a giocare con il cane? Certo il gioco è alla base di una buona relazione, di un buon apprendimento, il cane con il gioco, ben impostato, riesce ha stupire. Ad eseguire (brutto aggettivo) qualsiasi cosa voi gli chiedete, il cane non è un essere a sè. Preso da un canile, oppure acquistato per moda oppure per arredare il giardino della nuova casa. E' un essere che ragiona, sà risolvere problemi; certo non matematici ma ad esempio: sà come tagliare una corda, fermare (senza azzannare) un malvivente, trovare le chiavi di casa, abbaiare per attirare l'attenzione in caso di un vostro malore, ecc..  Certo che se si inizia da cucciolo si possono ottenere in breve tutto cio' sopra descritto, se viceversa il soggetto è già un ragazzo/a si ottiene in tempi piu' lunghi e sempre dopo aver stabilito che relazione si è creata tra lui, e sempre in base alla relazione si puo' stabilire che rieducazione intraprendere se il soggetto ha comportamenti indesiderati. Ecco perchè è necessario visionare prima i soggetti con i relavivi proprietari. Solo cosi' si puo' intraprendere un'educazione mirata! Ovvio se cucciolo/a e il soggetto ha instaurato una buona relazione non sussistono problemi di sorta, se adulto oppure cucciolone con varie problematiche si cercherà con il proprietario di intraprendere un percorso mirato di riabilitazione.